• Allegra Lindberg Poletti

La consulenza sessuale nei momenti di crisi

La consulenza sessuale





La consulenza sessuale ha l'obiettivo di accogliere il disagio sessuale del singolo e/o della coppia.


Lo fa attraverso una serie di colloqui,in media 5 o 6, e chiaramente protetti dal segreto professionale.


Attraverso i colloqui viene fatta un' adeguata anamnesi psicosessuale e successivamente un inquadramento diagnostico, indispensabile per la risoluzione del problema.


Molto spesso la problematica riportata viene risolta in consulenza sessuale, altre volte, a seconda della diagnosi emersa può essere necessario intraprendere un percorso specifico e il consulente può indirizzare ad un sessuologo, andrologo, fisioterapista, ginecologo o psicoterapeuta, a seconda che si tratti di un problema di tipo organico o psicologico.





Quando rivolgersi ad un consulente sessuale?


Le tematiche ricorrenti in consulenza sessuale sono quelle relative alle diverse aree della

sessualità.


Nell'area dei disturbi del desiderio riscontriamo tutte le tematiche inerenti la mancanza di

desiderio sessuale anche di fronte ad uno stimolo adeguato.


Questa problematica è attualmente il disagio maggiormente riportato in consulenza dalle donne.


Abbiamo poi tutti i disagi riguardanti l'area dell'eccitazione, che nell'uomo corrispondono

alla disfunzione erettile e nella donna nella mancata risposta fisiologica caratterizzata in

particolare dalla lubrificazione vaginale.


Ci sono poi tutte le problematiche che si possono presentare nei disturbi dell'orgasmo come ad esempio l' eiaculazione precoce, l'eiaculazione ritardata e l' anorgasmia, in particolare nelle donne.


Nell'uomo i disturbi più frequenti sono appunto la disfunzione erettile e l'eiaculazione precoce.


La consulenza si rivolge anche a tutte quelle persone che hanno bisogno di un intervento di tipo pedagogico/educativo come ad esempio per problemi relativi all'orientamento sessuale, inibizione sessuale o un counseling mirato ai metodi contraccettivi.





La sessualità nei momenti di crisi


Esistono poi dei momenti particolari della vita in cui si vivono crisi che hanno ripercussioni

sulla sessualità, in particolare nell'area del desiderio.


Alcune di queste crisi possono essere di tipo fisiologico come ad esempio accade spesso durante l'adolescenza, la gravidanza,la menopausa e l' andropausa.


Pensiamo ad un ragazzo adolescente, con un corpo che cambia velocemente e gli ormoni sparati all'ennesima potenza. Questo ragazzo sarà probabilmente alle prime esperienze sessuali e avrà poche e/o distorte informazioni in ambito sessuale.


Molto probabilmente questo ragazzo avrà appreso qualche informazione da amici, sul web o da video pornografici.


Se il ragazzo tenderà ad immaginare la propria sessualità al pari di un attore di film hard, molto probabilmente durante le sue prime esperienze sessuali svilupperà ansia da prestazione e conseguente disfunzione erettile o eiaculazione precoce.





I problemi di ansia stanno spesso alla base di molti disagi sessuali.


Capita poi a volte che una coppia in attesa di un figlio si chieda se sia opportuno avere

rapporti sessuali in gravidanza avanzata.


Non è raro trovare coppie che temono che attraverso la sessualità si possa provocare un danno o dolore al bambino.


Un'altra crisi fisiologica con percussioni ricorrenti nella sessualità è data dall'andropausa e

dalla menopausa.


Entrambi gli eventi vengono vissuti intorno ai 50 anni ma mentre dell'uomo l'andamento ormonale e di conseguenza tutti i sintomi correlati all'andropausa si presentano attraverso un andamento molto lento, nella donna, la menopausa si presenta con la caduta a picco degli ormoni sessuali e dei sintomi correlati, tra cui secchezza vaginale, scarso desiderio sessuale, dolore vaginale e spesso sofferenza per la perduta capacità procreativo e relativa svalutazione della propria femminilità.


Purtroppo questi argomenti non solo non vengono affrontati, spesso non vengono nemmeno

nominati per un ancora presente senso del pudore, di vergogna e di imbarazzo.


Esistono poi crisi sessuali dovute ad episodi traumatici, come ad esempio la sterilità nella coppia.


Una cosa curiosa riguardo a questo, è che molto spesso in queste coppie si rafforza il legame affettivo ma l'aspetto sessuale viene anestetizzato.


Anche in caso di aborto, spontaneo o provocato si possono sperimentare ripercussioni

inerenti la sfera sessuale, sia per l'uomo che per la donna.


Altre crisi sessuali significative sono poi caratterizzate da alcuni tipi di malattia, in particolare quelle oncologiche.


La donna che subisce isterectomia o mastectomia vive il suo corpo come se fosse stato menomato, mutilato, prova un vissuto di perdita della propria femminilità e delle proprie zone erogene.


Così come nell'uomo che subisce una prostatectomia (asportazione della prostata), può vivere un senso di perdita nelle proprie funzioni sessuali e della propria mascolinità e virilità in generale con ovvie conseguenza nella sfera sessuale.


La consulenza sessuale anche in queste fasi di crisi può assumerne una valenza molto

importante.


E' spesso importante andare a rimettere in discussione alcune delle norme e delle credenze sulla sessualità radicate nelle persone.


Non è poco comune riscontrare nei racconti delle persone idee non corrette sulla sessualità come ad esempio credere che il coito sia l'unica possibilità di una sessualità appagante o che il sesso debba sempre essere spontaneo o che avere erezioni piene e durature sia l'unico modo per poter raggiungere l'orgasmo.


La consulenza sessuale ha in altri casi il compito di intervenire con un lavoro di tipo educativo.


Faccio un esempio:

alcune donne accusano difficoltà nel raggiungere l'orgasmo con il partner e molto spesso questo è causato da una stimolazione non adeguata.


Insegnare alla coppia tecniche di comunicazione in ambito sessuale può essere spesso

sufficiente alla risoluzione del problema esistente.


Nelle donne che provano dolore in consulenza si possono insegnare tecniche e posizioni

che aiutano a non sentire fastidi.


Inoltre la consulenza sessuologica valorizza tutte le dimensioni della sessualità, non si incentra nella dimensione procreativo ma spazia in tutte le sue funzioni, vale a dire quella relazionale dove si vive una sessualità propria e di coppia, dove ci si riscopre a vicenda e dove viene esaltata la complicità di coppia ed infine si mette il focus anche sulla funzione ludica della sessualità, quella più giocosa e piacevole.


Allegra Lindberg Poletti, consulente sessuale ed esperta in educazione sessuale formata

in AISPA (Associazione Italiana Sessuologia e Psicologia Applicata).


Ricevo su appuntamento presso lo studio di Carate Brianza.


Per maggiori informazioni o appuntamenti 327.2839565


#consulenza #crisi #italy #formazione #sessuale #benessere


9 visualizzazioni

LINDBERG-LAB

MONZA BRIANZA

DI ALLEGRA LINDBERG POLETTI

327.2839565

Carate Brianza (MB)

P.IVA 09745230962